<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=133206463822786&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    L’aspetto più importante da conoscere sulla chiusura contabile

    Captio
    Scarica l'ebook Il manuale del controllo finanziario


    Se ti stai chiedendo come si fa una chiusura contabile, ti indicheremo gli aspetti più importanti, in modo che tu abbia una contabilità assolutamente corretta.

    New Call-to-action

    Consiglio: approfitta della digitalizzazione delle mansioni!

    Quando si parla di chiusura contabile si fa riferimento, come suggerisce il termine, all'aggiornamento della contabilità di un’azienda e alla sua analisi, per conoscerne lo stato e trasmettere le relative informazioni all'ente preposto.   

    Quando si procede alla chiusura contabile mensile, tutti i conti dell'esercizio vengono azzerati e i risultati vengono trasferiti nel bilancio annuale. Tali conti sono costituiti da ricavi, spese, costi di vendita e costi di produzione. Il risultato finale ci fornisce informazioni su perdite o profitti. Sebbene a livello teorico possa sembrare un compito semplice, è tuttavia reso complicato da altre variabili quali gli ammortamenti, i debiti precedenti o gli accantonamenti, che non possiamo ignorare se vogliamo poi far quadrare i conti. 

    Ricorda che gli strumenti digitali e i software sono alleati della contabilità e possono aiutarti nelle attività più abitudinarie e automatizzate. Agevola la digitalizzazione della tua contabilità con Captio, un software di gestione delle spese dei dipendenti che consente un maggiore controllo su pagamenti e movimenti, organizza le informazioni in modo chiaro per poterle consultare al momento di elaborare la chiusura del periodo contabile

    In questo articolo vogliamo inoltre indicare quali sono i passaggi di una chiusura contabile o gli aspetti da rivedere e prendere in considerazione in questa fase. Come si fa una chiusura contabile di fine anno? Prendi appunti, sii paziente e segui i nostri consigli in modo da avere una chiusura precisa, te lo assicuriamo!

    chiusura contabile

    Chiusura contabile passo dopo passo

    Bilancio di situazione contabile in movimenti e saldi

    Innanzitutto devi verificare che i dati contabili corrispondano a quanto definito nel Libro giornale. Si tratta di una forma di prevenzione per garantire che non vi siano errori nei libri contabili dell'azienda.

    Revisione del piano generale di contabilità

    Il Piano generale di contabilità prevede anche un piano dei conti. E di cosa si tratta esattamente? Si tratta di un elenco di tutti gli elementi che fanno parte della contabilità aziendale. Verificare punto per punto che tutti questi blocchi abbiano i conti ben vincolati. 

    I gruppi principali sono: finanziamenti di base, attività non correnti, giacenze, debiti e crediti commerciali, conti finanziari, acquisti e spese, vendite e ricavi, spese imputate a patrimonio netto e ricavi imputati a patrimonio netto.  

    Inventario

    Inventario delle giacenze dell’azienda. Queste giacenze dovrebbero essere sottratte dagli acquisti effettuati durante l'anno, e l’importo finale dovrebbe essere associato alle giacenze attuali. Questo conteggio rimane una mansione di controllo volta ad evitare errori.  

    Riclassificazione dei crediti e dei debiti

    Fai un elenco dei debiti che rimangono in sospeso nell'anno e anche dei crediti da incassare, che saranno trasferiti all'esercizio contabile successivo. 

    Adeguamenti per ratei e risconti

    Una volta eseguiti i passaggi precedenti, è il momento di procedere all’adeguamento dei conti. Non tutte le spese e i ricavi saranno presi in considerazione ai fini della chiusura dell'esercizio contabile; alcuni sono previsti a beneficio dell’anno successivo e quindi saranno presi in considerazione in quel periodo contabile, non in quello in chiusura. Nota: le spese e i ricavi anticipati sono parte integrante dell'esercizio di riferimento. 

    La regolarizzazione di costi e ricavi

    Calcolare la differenza tra i costi e i ricavi dell’azienda nel corso dell'anno; ricordarsi inoltre di regolarizzare i conti del patrimonio netto, osservando la differenza tra i ricavi e i costi dello stesso. 

    Ammortamenti e immobilizzazioni materiali aziendali

    Tenere conto del valore degli ammortamenti dell’azienda e delle immobilizzazioni materiali al fine di ottenere un ciclo di chiusura contabile ottimale

    Chiusura del registro contabile

    È infine necessario chiudere i registri contabili dell’azienda. Ovvero i registri dell'inventario e i conti annuali. Ora si può considerare conclusa la chiusura contabile e passare a un’altra mansione. Complimenti, ce l'hai fatta!

     

    IT-CTA-solicita-demo

    Iscriviti al nostro blog per non perdere le ultime novità