<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=133206463822786&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    Spese di viaggio: cosa sono e come detrarle

    spese di viaggio timer 3 min.
    Myriam Zanatta
    Scarica l'ebook La gestione delle spese di viaggio aziendali

    Chi lavora in un’azienda o con partita iva potrebbe ritrovarsi a dover sostenere le spese di viaggio, chiamate anche spese di rappresentanza. È importante organizzare al meglio la contabilità per poterle detrarre nel modo corretto, tenendo conto che più grande è l’azienda, maggiori potrebbero essere i lavoratori che sostengono spese di viaggio.

    Scopriamo insieme nel dettaglio di che cosa si tratta.

    IT - Informe Gestion gastos 2020

    Le spese di viaggio sostenute dal committente

    Le spese di viaggio sono disciplinate dalle Legge di Bilancio 2017, che ha introdotto ulteriori norme fiscali per la loro detrazione. In particolare, può succedere che le spese di viaggio siano sostenute direttamente dai committenti; va sottolineato che queste spese non rientrano nei compensi in natura per i professionisti.

    In questo caso, il committente non deve necessariamente inviare la copia della fattura a lui intestata al professionista, né comunicargli l’importo delle spese di viaggio. La deducibilità è regolata dalle norme riguardanti la sua categoria professionale. Per quanto riguarda il collaboratore coinvolto nel viaggio, invece, non dovrà includere le spese di viaggio sostenute dal committente nella sua fattura relativa alla prestazione erogata e, di conseguenza, non avrà la possibilità di dedurre le spese.

    spese di viaggio-1

    Le spese di viaggio sostenute dal professionista

    Le spese di viaggio (ovvero i biglietti aerei, ferroviari, navali, ecc) sono deducibili in modo integrale dal reddito del professionista solo se inerenti all’attività di lavoro. Se invece le spese vengono sostenute dal professionista per motivi riguardanti la formazione professionale, sono deducibili al 50% se effettuate al di fuori dal territorio comunale (per territorio comunale si intende quello relativo alla sede dell’attività professionale). In caso avvengano all’interno del Comune, non sono deducibili.

    Se le spese di viaggio sono sostenute con il mezzo del professionista (auto, moto, furgone), allora abbiamo:

    • nel regime ordinario, la deducibilità è del 20% esclusa l’IVA. L’IVA è detraibile al 40%
    • nel regime dei minimi, la deducibilità è del 50% IVA inclusa. L’IVA, invece, non è detraibile
    • nel regime forfettario, le spese di viaggio non sono detraibili.

    Emburse Captio per la gestione delle spese

    Per la gestione delle spese di viaggio, Emburse Captio è il tuo migliore alleato. Il servizio di automatizzazione può essere integrato e adattato a qualsiasi software e gestionale già in uso, per venire incontro alle tue esigenze e a quelle dei tuoi dipendenti.

    La parola d’ordine è semplificare: i tuoi dipendenti potranno dire addio ai documenti cartacei e comunicare le loro spese di viaggio direttamente dall’app di Captio. Possono creare le note spese su base mensile o in merito al progetto e al viaggio con un solo clic, e tu le riceverai su desktop o mobile per averle sempre a portata di mano. Se vuoi, puoi collegare il tuo sistema di gestione degli stipendi all’app, per automatizzare anche il processo di rimborso.

    Visita il sito di Captio Emburse per scoprire tutte le funzionalità di questo strumento prezioso: oltre all’app per la gestione delle spese di viaggio e di rappresentanza, offriamo anche servizi di emissione aziendali fisiche o digitali per i tuoi dipendenti e Captio Analytics, un tool per l’analisi delle spese che ti permette di migliorare l’efficienza della tua azienda e individuare facilmente eventuali problemi.

    IT-CTA-solicita-demo

    Iscriviti al nostro blog per non perdere le ultime novità