<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=133206463822786&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    Fattura elettronica differita: ecco le nuove regole

    Captio
    Nuevo llamado a la acción

    Con l’entrata in vigore della fatturazione elettronica, come sono cambiate le regole di emissione della fattura differita? E quali sono le ultime disposizioni normative?

    get_app  La gestione La gestione delle spese di viaggio aziendali

    Sono tanti gli aspetti che sono cambiati con l’entrata in vigore della fatturazione elettronica, per esempio per quanto riguarda la fattura differita. Prima di approfondire l’argomento, facciamo un passo indietro.

    Fattura elettronica differita

    Che cos’è una fattura? Definizione

    La fattura è il documento che convalida l’esecuzione del contratto da parte del venditore e il suo diritto a ricevere l’importo stabilito. Ai fini fiscali determina l’IVA sulla compravendita.

    Pertanto, la fattura è un documento che deve essere emesso ogni volta che avviene uno scambio economico di beni ad opera di un soggetto (imprenditore individuale/società, libero professionista, artista). Essa deve essere emessa da parte del venditore e deve contenere almeno queste indicazioni:

    • data di emissione 
    • numero progressivo di emissione
    • dati identificativi del venditore
    • dati identificativi del compratore 
    • descrizione della qualità, quantità e del prezzo delle merci vendute 
    • imponibile IVA e il relativo calcolo dell’imposta 
    • totale fattura 

    Esistono due tipologie di fatture: la fattura immediata e la fattura differita.

    Fattura immediata e fattura differita: definizioni

    La fattura immediata è un documento fiscale emesso, consegnato o spedito al cliente entro lo stesso giorno di effettuazione della vendita o prestazione del servizio.

    La fattura differita è un documento fiscale emesso in un momento diverso da quello dell’effettuazione della prestazione, oppure diverso dalla consegna della merce.

    Fattura differita e fatturazione elettronica: cosa è cambiato

    Nella circolare 14/E/2019, con cui l’Agenzia delle Entrate ha voluto fornire ulteriori chiarimenti sulla fattura elettronica, è stato precisato che la data della fattura deve essere sempre valorizzata con la data dell’operazione e i 12 giorni (termine innalzato, rispetto ai precedenti 10 giorni. potranno essere sfruttati per la trasmissione dei file della fattura elettronica al SdI.

    Riguardo alla fattura differita, la circolare ribadisce che le modalità e le tempistiche delle fatture differite non cambiano. Tuttavia, considerate le problematiche tecniche di trasmissione, viene tollerata una differenza di qualche giorno tra la data di predisposizione/emissione indicata in fattura e quella certificata dallo Sdi nella ricevuta di esito della trasmissione.

    Nuevo llamado a la acción

    Iscriviti al nostro blog per non perdere le ultime novità