<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=133206463822786&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    Fattura elettronica, detrazione e recupero IVA: ecco cosa è cambiato

    Captio
    Nuevo llamado a la acción

     

    La fatturazione elettronica è entrata in vigore già da qualche mese, ma sono ancora tanti i dubbi delle aziende che si sono dovute adeguare per la prima volta a questa nuova modalità.

    Scarica l'ebook La gestione delle spese di viaggio aziendali

    Alcune domande riguardano la detrazione e il recupero del’IVA. Vediamo di fare chiarezza, dando anche gli ultimi aggiornamenti in materia.

    Fatturazione elettronica

     

    Fatturazione elettronica e detrazione dell’IVA

    Per beneficiare della detrazione IVA, è necessario che si verifichino entrambe queste condizioni:

    1 - operazione effettuata: in caso di cessione di beni tale requisito sarà soddisfatto con la consegna o la spedizione, mentre, in caso di prestazione di servizi, con il pagamento.

    2 - ricezione della fattura d’acquisto: è necessario ricevere il documento presso il proprio indirizzo PEC (o altro recapito telematico).

    A volte, però, può capitare che queste condizioni non si verifichino, per esempio per problemi nel sistema telematico. Se la fattura, per esempio, è stata compilata correttamente, ma il Sdl non riesce a consegnarla, viene comunque considerata ricevuta. La data dalla quale può essere detratta l’Iva coincide con quella di “presa visione” (da parte del cliente) della fattura nell’area riservata “Consultazione Dati rilevanti ai fini IVA” del portale “Fatture e Corrispettivi”.

    Fatturazione elettronica e detrazione dell’IVA: le ultime novità

    Il Decreto Legge n. 119/2018 dispone che

    "entro il giorno 16 di ciascun mese, il contribuente determina la differenza tra l’ammontare complessivo dell’imposta sul valore aggiunto esigibile nel mese precedente, risultante dalle annotazioni eseguite o da eseguire nei registri relativi alle fatture emesse o ai corrispettivi delle operazioni imponibili, e quello dell’imposta, risultante dalle annotazioni eseguite, nei registri relativi ai beni ed ai servizi acquistati, sulla base dei documenti di acquisto di cui è in possesso e per i quali il diritto alla detrazione viene esercitato nello stesso mese ai sensi dell’articolo 19 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. Entro il medesimo termine di cui al periodo precedente può essere esercitato il diritto alla detrazione dell’imposta relativa ai documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, fatta eccezione per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente."

    Quindi: in un’operazione del 30 agosto 2019, documentata tramite fattura emessa il 6 settembre, ricevuta il 10 ed annotata entro il giorno 15, il diritto alla detrazione potrà essere esercitato con riferimento al mese di agosto 2019.


    Nuevo llamado a la acción


     

    Potrebbe interessarti...

    fattura elettronica, fatturazione elettronica

    Cómo recuperar el IVA en los viajes al extranjero: Europa

    Sandra Teruel timer 2 min.
    Captio y 60 dias juntos en la recuperacion del IVA.png
    fattura elettronica, fatturazione elettronica

    Captio y 60 días juntos en la recuperación del IVA

    Olga Tomàs timer 2 min.
    fattura elettronica, fatturazione elettronica

    ¿Cómo recuperar el IVA de las facturas impagadas?

    Juan Manuel Casella timer 2 min.

    Iscriviti al nostro blog per non perdere le ultime novità