<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=133206463822786&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    Carte prepagate aziendali: perché convengono?

    gestione spese timer 2 min.
    Myriam Zanatta
    SCARICA L'EBOOK: Agilità nella gestione delle spese 

    Come i privati, anche le aziende, freelance e liberi professionisti possono utilizzare le carte prepagate aziendali. Questi strumenti sono molto utili per poter effettuare i pagamenti in tutta sicurezza.

    I vantaggi delle carte prepagate aziendali sono molti, oltre alla loro facilità d’utilizzo. 

    Vediamo insieme quali sono.

    Agilità nella gestione delle spese

    Carte prepagate aziendali: come funzionano?

    Le carte prepagate aziendali funzionano come quelle tradizionali e possono essere ricaricate per limitare l’ammontare di denaro a disposizione. Questo tipo di carta non è legata ad alcun conto bancario e, di conseguenza, non ha particolari costi di gestione. 

    Può essere facilmente richieste all’ente desiderato e viene rilasciata in breve tempo. 

    L’unica caratteristica è che solamente aziende e liberi professionisti muniti di partita IVA possono farne richiesta. 

    Ogni società emittente della carta prepagate aziendale stabilisce un massimale, un plafond, cioè un limite di disponibilità di denaro che non può essere superata. Normalmente questa coincide con la somma mensile da versare ogni mese per ricaricare la carta prepagata aziendale. 

    Come per altre tipologie di carte, esistono anche per questi dei limiti di spesa sia giornalieri che di prelevamento contanti agli appositi sportelli. 

    I vantaggi delle carte prepagate aziendali

    Tra i tanti vantaggi delle carte prepagate aziendali troviamo: 

    • l’attivazione facile e quasi immediata 
    • costi di gestione molto bassi 
    • verifica costante dei movimenti 
    • sicurezza
    • eliminazione dei contanti 
    • abbattimento dei costi contabili 

    Come anticipato, la carta prepagata aziendale può essere facilmente richiesta compilando un modulo sul quale è necessario indicare i propri dati, l’attività e il numero identificativo di partita iva. 

    Sarà poi l’istituto prescelto ad inviare in breve tempo la carta al destinatario. 

    Non essendo collegata ad alcun conto bancario, inoltre, questa tipologia di carte hanno dei costi di gestione molto limitati. In media costa circa 10€ all’anno e i costi di gestione sono di massimo 3€ a seconda della tipologia di carta scelta. 

    Le carte prepagate aziendali sono inoltre molto comodo qualora fosse necessario cederle ad un proprio dipendente in trasferta, impegnato in un pranzo di lavoro o che comunque debba sostenere alcune spese per conto dell’azienda. 

    Tutti i movimenti sono totalmente gestibili online e, nella maggior parte dei casi attraverso una app che dà la possibilità di verificare il saldo, di ricaricare una ulteriore somma di denaro in caso di necessità e controllare addebiti e pagamenti

    Le ricariche possono essere effettuate tramite bonifico bancario, in contanti, con bancomat o con carta di credito. 

    L’uso limitato dei contanti, ulteriormente amplificato dall’attuale situazione sanitaria, ha favorito di molto i pagamenti tramite carta. Le carte prepagate aziendali, a differenza delle carte legate ad un conto, danno la possibilità di poter aver accesso ad una limitata quantità di denaro a seconda delle proprie preferenze. Questo fa sì che i pagamenti in carta, già normalmente sicuri, lo siano ulteriormente non potendo avere accesso a tutta la disponibilità di liquidità. 

    IT-CTA-solicita-demo

    Iscriviti al nostro blog per non perdere le ultime novità