<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=133206463822786&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    Carta prepagata aziendale con IBAN: cos’è e come funziona

    gestione spese timer 3 min.
    Myriam Zanatta
    SCARICA L'EBOOK: Agilità nella gestione delle spese 

    Le carte prepagate, utilizzate da molti utenti, oggi sono diventato uno strumento importante anche per imprenditori e liberi professionisti. Si tratta delle carta prepagate aziendali con IBAN legate alla propria attività.

    Le carte prepagate aziendali con IBAN semplificano quindi la vita dei possessori di attività in proprio, aiutandoli a gestire i pagamenti e ad ottimizzare i tempi.

    Agilità nella gestione delle spese

    Qual è la differenza tra una normale carta aziendale ed una con IBAN?

    Le carte senza IBAN sono anche meglio conosciute come carte ricaricabili o semplicemente prepagate. 

    Quelle con IBAN, invece, non devono per forza essere associate ad un conto bancario dedicato all’azienda o all’attività professionale. 

    L’azienda o il libero professionista può così effettuare qualsiasi tipo di pagamento e ricevere compensi utilizzando comodamente la carta, come se fosse a tutti gli effetti un conto bancario.

    Come funziona una carta prepagata aziendale con IBAN?

    Esteticamente la carta prepagata aziendale con IBAN assomiglia ad una normale carta di credito. Sul fronte è indicato il nome e cognome del proprietario, il numero di carta ed il circuito a cui è legata. 

    Nel retro è invece dettagliato il numero di IBAN

    carta prepagata aziendale con iban

    Vantaggi di una carta prepagata aziendale con IBAN

    Una carta prepagata aziendale con IBAN dà la possibilità di controllare in maniera più accurata le entrate e le uscite, di non effettuare alcun pagamento in contanti, una maggiore sicurezza nelle transazioni e nessun costo in particolare di gestione. 

    La sigla “IBAN” significa International Bank Account Number e si riferisce al codice alfanumerico di 27 cifre relativo ad un conto corrente. 

    Ogni spesa infatti, è verificabile tramite una app apposita che permette di monitorare qualsiasi tipo di operazione. Per accrediti o addebiti è anche possibile, nella maggior parte dei casi, impostare le notifiche in modo da essere avvertiti in questi particolari casi tramite SMS o notifica push

    Con una carta prepagata non sarà più necessario, in alcun caso, pagare con denaro contante cosa che, in tempi di pandemia Covid, è una scelta ancor più corretta per cercare di eliminare i contatti non necessari. 

    Da non sottovalutare il fattore sicurezza. Sulla carta prepagata aziendale con IBAN, così come sulle normali prepagate o ricaricabili, è possibile destinare una particolare somma al di sopra della quale non sono concessi accrediti o addebiti. Inoltre, queste carte possiedono dei sistemi di sicurezza molto avanzati che li rendono uno tra gli strumenti di pagamento più affidabili ed utilizzati. 


    Infine, molte delle carte prepagate con IBAN non hanno costi di attivazione. Basta richiederle compilando un modulo online, muniti di documento di riconoscimento e attivare la carta. Le commissioni, allo stesso modo, nella maggior parte dei casi sono assenti e non vengono applicate per pagamenti o addebiti.

    IT-CTA-solicita-demo

    Iscriviti al nostro blog per non perdere le ultime novità