<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=133206463822786&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    Carta conto aziendale: come funziona e a chi si rivolge?

    gestione spese timer 3 min.
    Myriam Zanatta
    SCARICA L'EBOOK: Agilità nella gestione delle spese 

    Sei un libero professionista con partita iva o proprietario di un’azienda e devi occuparti della gestione delle spese per la tua attività imprenditoriale? Da qualche tempo esistono le carte conto aziendali che vengono in soccorso delle libere professioni ed imprenditori che non vogliano affidarsi ad un istituto bancario per l’apertura di un conto ad hoc.

    Agilità nella gestione delle spese

    Carta conto aziendale: tipologie

    Le carte conto aziendali sono di diverse tipi. 

    Esistono le carte conto 

    Le carte ricaricabili si rivolgono a chiunque sia in possesso di una partita IVA. 

    Il vantaggio di queste carte conto aziendali sta nel non essere legate ad un conto bancario in particolare che spesso crea difficoltà ad alcune attività imprenditoriali a causa dei limiti posti dalla banca relativamente al tetto massimo di spesa ed altri dettagli che variano a seconda dell’istituto di credito. 

    Il funzionamento delle carte prepagate aziendali è molto simili a quelle utilizzati dai privati. L’unico aspetto che si differenzia è l’essere legata o meno ad un codice iban. 

    Le carte prepagate con codice iban, invece, danno la possibilità di inviare e ricevere i bonifici bancari, pur non avendo un conto bancario. È come se la carta corrispondesse al conto bancario stesso, tanto da avere la possibilità di legare a questo conto i pagamenti di F24, di bollette e di altri costi che normalmente vengono domiciliati su un qualsiasi conto bancario. 

    carta conto aziendale

    Diverse sono le carte senza iban, più simili a delle classiche carte prepagate. Questa carta conto aziendale è un po’ la novità degli ultimi anni, nata per via dell’aumento esponenziale degli acquisti effettuati online. Vengono comunque rilasciate dai maggiori circuiti di credito ma sono più sicure, proprio perché non legate ad alcun conto

    Solitamente non sono previsti particolari costi di gestione ma è presente una tariffa standard che viene applicata ad ogni ricarica di importo. Lo svantaggio di questa carta è che, a seconda del circuito che la emette, viene previsto un tetto massimo mensile di ricarica e che in alcuni esercizi fisici questa tipologia di pagamento non è accettata. 

    Infine, le carte di credito aziendali sono quelle con l’iter di richiesta più complicato. 

    Il circuito che la emette effettua due controlli preventivi, sulle situazione finanziaria personale ed in seguito su quella dell’azienda. Se i controlli avranno un buon esito, verranno emesse una o più carte di credito aziendali a seconda della richiesta. Su queste carte, le spese effettuate verranno scalate in un unico momento e non di volta in volta.

    Carta conto aziendale: a quali caratteristiche prestare attenzione?

    Le carte prepagate aziendali possono essere intestate al proprietario dell’attività ma anche direttamente al dipendente e poi concesse ad altri lavoratori o collaboratori nel momento del bisogno. 

    Per il dipendente rappresentano un vantaggio, evitandogli la compilazione della nota spese e di conservare tutte le fatture e gli scontrini. Ogni pagamento, infatti, può essere effettuato con questa carta conto aziendale dando la possibilità anche al titolare dell’attività di verificare direttamente e in poco tempo le spese sostenute dal lavoratore. 

    Relativamente alle carte prepagate, occorre prestare attenzione alle condizioni della carta stessa ed in particolare alla presenza o meno di un limite mensile di ricarica, con conseguenti costi. 

    Per le carte di credito aziendali, invece, occorre prestare attenzione al giorno in cui il saldo viene addebitato. Come spiegato, infatti, per questa carta le spese mensili vengono addebitate in un solo preciso momento all’interno del mese solare.

    IT-CTA-solicita-demo

    Iscriviti al nostro blog per non perdere le ultime novità