<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=133206463822786&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    Calcolo costi chilometrici: come fare

    rimborso chilometrico timer 3 min.
    Alessandra Belotti
    Scarica il documento: Rapporto sul chilometraggio 2021 Emburse Captio  

    Nelle aziende capita spesso che un dipendente o un dirigente venga mandato in trasferta di lavoro. Se la trasferta non avviene con le auto aziendali, ma con i mezzi di proprietà del lavoratore, allora quest’ultimo può richiedere il rimborso chilometrico. Per poter rimborsare la cifra, però, bisogna sapere come procedere al calcolo dei costi chilometrici. Scopri con noi di che cosa si tratta.

    CAP-IT - kilometraje 2021

    Tabelle ACI per il calcolo dei costi chilometrici

    Uno strumento fondamentale per il calcolo dei costi chilometrici sono le tabelle ACI. Si tratta di tabelle che vengono pubblicate dal Ministero delle Finanze su base semestrale, che contengono i valori dei costi in base alla marca, alla categoria e all’alimentazione del veicolo. 

    Esistono 11 tabelle per il calcolo dei costi chilometrici, divise come segue:

    • Autoveicoli Benzina in produzione
    • Autoveicoli Gasolio in produzione
    • Autoveicoli GPL - Metano in produzione
    • Autoveicoli ibridi in produzione
    • Autoveicoli plug-in elettrico in produzione
    • Autoveicoli Benzina fuori produzione
    • Autoveicoli Gasolio fuori produzione
    • Autoveicoli GPL - Metano fuori produzione
    • Autoveicoli ibridi fuori produzione
    • Autoveicoli plug-in elettrico fuori produzione
    • Microcar e Motoveicoli (in e fuori produzione)

    Ogni tabella è divisa in quattro colonne, all’interno delle quali sono indicate le percentuali dei fringe benefit in base alla fascia corrispondente. Secondo l’ACI, il fringe benefit corrisponde alla “retribuzione in natura che deriva dalla concessione in uso ai dipendenti dei veicoli aziendali che vengono destinati ad uso promiscuo per esigenze di lavoro e per esigenze private”. Con “retribuzione in natura” si intende che il compenso è retribuito in beni e servizi, anziché in denaro: il valore è determinato solo per fini fiscali al fine di utilizzarlo poi per la tassazione. Qui puoi trovare le tabelle aggiornate per il 2021.

    calcolo costi chilometrici

    Esempio di calcolo dei rimborsi chilometrici

    Abbiamo parlato della teoria, ma ora passiamo alla pratica: come si effettua il calcolo dei rimborsi chilometrici? Se lo si vuole fare manualmente, occorre scaricare il file Excel relativo alla categoria del veicolo e poi seguire tre passaggi:

    1. Individuare la tabella relativa all’alimentazione
    2. Trovare la riga corrispondente al modello di veicolo
    3. Moltiplicare la tariffa chilometrica indicata per i km percorsi dal veicolo

    Ad esempio, mettiamo che tu voglia fare il calcolo dei rimborsi chilometrici di una Fiat Panda 1.2 immatricolata l’anno precedente e alimentata a benzina. 

    Scarica l’Excel relativo ai veicoli a benzina in produzione e trova la marca e il modello del tuo veicolo. Per questo modello, il costo chilometrico è pari a ​​0,3405. Poniamo che si percorra un tratto di 600 km: in questo caso il rimborso corrisponderà a 0,3405x600, cioè 204,3 euro.

    In alternativa, se non si vuole procedere manualmente, è possibile utilizzare il nuovo strumento online messo a disposizione dall’ACI. Questo servizio consente il calcolo dei costi chilometrici richiesti per la quantificazione dell’importo dei rimborsi destinati ai dipendenti o ai collaboratori che usano un veicolo di loro proprietà per le trasferte aziendali. Pur essendo ovviamente un metodo più veloce rispetto al calcolo manuale, il servizio è riservato ai soli utenti registrati.

    New call-to-action

    Iscriviti al nostro blog per non perdere le ultime novità